Loading...
News2020-01-24T10:59:05+00:00

Guarita da Gesù, perché ella potesse continuare a recarsi ai piedi della Madonna delle Rose

La mia prima operazione risale al giugno 2001: il mio utero fu asportato per far risalire la vescica ed i miei organi, nella speranza che tutto reggesse. Purtroppo, in seguito l’operazione non si rivelò soddisfacente.
Fu dunque un fallimento.
Il 2 settembre 2002, il mio ginecologo mi mandò ad incontrare di nuovo un medico urologo ed un kinesiterapista per rinforzare i muscoli del mio addome. Ma nemmeno questo, lo debbo precisare, mi fece risalire gli organi.
Nuovo fallimento.
Il 20 dicembre 2002, alla fine dei miei esercizi di kinesiterapia, sono ritornata, come previsto, dal medico urologo.
Verdetto: bisognava operare.

(altro…)

A San Damiano il cielo è sceso in terra per salvare la nostra famiglia

Sono stato allevato cristianamente, nonostante le dure prove della guerra.
Alla mia nascita, mia madre mi aveva consacrato al Bambino Gesù di Praga.
Tuttavia, appena ho potuto volare con le mie ali, ho presto abbandonato ogni pratica religiosa ed anche la morale cristiana; salvo il giorno del mio matrimonio, al battesimo dei miei figli e durante le feste militari del nostro Santo Patrono San Michele.
La mia famiglia sarebbe andata distrutta, se non ci fossero stati i bambini.
Un giorno mia moglie, di fronte ai fallimenti della medicina per guarire uno dei nostri bambini, decide di partire da sola per l’Italia per tentare, presso un [frate] Cappuccino, di far ritrovare la salute al bambino.
Si trattava di Padre Pio.
Ero in permesso a casa e detti un’occhiata al libro appena letto da mia moglie «Vita di Padre Pio».
Nel corso della lettura fui talmente turbato che le scrissi una lettera nella quale «vuotavo il sacco». Nello stesso momento decisi di ridare a Gesù Cristo il posto che gli spettava nella nostra casa.
Così all’entrata ho attaccato al muro un crocifisso che da tempo attendeva pazientemente in una scatola. In ogni caso al ritorno di mia moglie la vita riprese come prima.
Ma la Santa Vergine non aveva detto l’ultima parola: ci voleva tutti sotto il suo manto.
(altro…)

IL CANTO DEGLI ANGELI

IL CANTO DEGLI ANGELI
Tutti uniti in terra, in Ciel
E di gioia e di grande amore,
Tutti uniti in Ciel con Me;
Tutti uniti in Ciel con Me.

Pregate, pregate, pregate,
Richiamate tutti i miei figli,
Pregate, pregate, pregate;
Tutti i miei figli attirate Al mio Cuore.

O Gesù, infiamma i nostri cuori,
Vieni, vieni a consolare,
Il nostro cuore in tanto penare,
Si affida solo a Te.

Noi vogliamo che dal nostro cuore
Salga un canto puro d’amore;
Tutto l’amore sia per Te,
Tutto l’amore sia per Te.

In Cielo, in terra, Tu devi restare,
Con Te nel Cielo vogliamo venir,
Con Te nel Cielo vogliamo goder
La più grande felicità.

Pregate, pregate e vegliate,
Che il nemico si aggira d’intorno,
Che dei cuori vedremo il trionfo
Della Mamma e del Cuor di Gesù.

Tutti uniti in terra in Ciel
E di gioia e di grande amor,
Tutti uniti in Ciel con Me,
Tutti uniti in Ciel con Me.

Mamma Rosa ha ripetuto queste parole e la melodia che ha udito cantare dagli Angeli.

Un Sorriso di Maria

Io, sottoscritto, dichiaro sul mio onore, nel corso del mio ultimo pellegrinaggio a San Damiano, di essere stato sopraffatto e sconvolto dalla grazia di un sorriso di Maria.
All’inizio del crepuscolo e dopo aver seguito le preghiere della via crucis e del rosario, andai a sistemarmi vicino alle panche poste fra il Piccolo Giardino e la casa di Mamma Rosa, per un’ultima preghiera prima di tornare alla mia casetta per la notte.
Mi trovai a sinistra della croce di legno, verso la 5a o la 6a fila di banchi.
Nel mio campo visivo potevo intravvedere la statua della Madonna delle Rose, «chiusa» dalla doppia griglia.
Mentre cantavo e pregavo con un certo pentimento per le mie debolezze umane, ho visto improvvisamente il viso della statua illuminarsi di un sorriso indescrivibile, soave, senza la minima smorfia, molto radioso e sereno, di una bellezza tutta soprannaturale.

(altro…)

Prehiera alla Mladonna delle Rose

Prehiera alla Mladonna delle Rose da recitare al’alba

Rosa Quattrini

Rosa Quattrini, umile contadina, madre di faglia, è stata scelta della SS. Vergine per una grande missione

Madre, Regina del Cielo e della terra, che vieni in questo luogo per richiamare tutti i tuoi figli, per chiedere i nostri cuori, noi, Madre amorosa, deponiamo nelle tue mani tutto di noi stessi, i nostri corpi, le nostre anime, anche tutti i nostri peccati.
[Fa’] che possiamo non offendere né Te, né Gesù, ma, se, per nostra tentazione, Ti offendiamo, Ti chiediamo perdono.
Dacci tanto aiuto e grazie per camminare su questa terra sempre sotto il tuo Manto.
[Fa’] che non ci preoccupiamo tanto delle cose materiali e dei piaceri della terra, ma solo delle cose del Cielo.
Tu sei una Madre tanto amorosa, [riccal]

di amore, di misericordia e [di] perdono e vieni in questo luogo, accompagnata dai tre Arcangeli. Vieni, vieni in nostra compagnia (in mezzo a noi) e nell’ora della nostra morte con il patriarca San Giuseppe, presentaci a Gesù, facci da avvocata presso il trono del Giudice.
Pietà, pietà, Madre nostra, dei tuoi figli travagliati! Pietà e misericordia, Ti chiediamo ancora! Siamo deboli, ma figli tuoi. Madre, soccorrici.
Madre misericordiosa, Madre dispensatrice delle grazie, Madonna delle Rose, metti nel Cuore di Gesù tutti i nostri cuori. Salvaci, salvaci, per pietà!
* Mamma Rosa recitava questa preghiera tutte le mattine alle h. 5.00

Canto arrivederci!

Canto dell Arrivederci
1. Tu sei Madre, sei Regina, sei la gioia d’ogni cuor; ci soccorra in questa vita la Materna Tua bontà.
 Rit. Arrivederci, Arrivederci, Arrivederci, domani ancor!
2. A Te Madre, a Te Regina, noi con gli Angeli cantiam; sei la Madre dell’amore, qui siam tutti intorno a Te.
 Rit. Arrivederci, Arrivederci, Arrivederci, domani ancor!
3. Tu sei Madre, sei Regina e noi tutti figli tuoi; Tu la forza e la speranza, tu il conforto, tu l’amor.
 Rit. Arrivederci, Arrivederci, Arrivederci, domani ancor!
4. Venga presto, o Madre Pia, venga il Regno di Gesù, venga in terra, in cielo e in mare, nelle menti e in tutti i cuor.
 Rit. Arrivederci, Arrivederci, Arrivederci, domani ancor!
5.0 Madonna delle Rose, dolce Mamma di bontà; venga presto il Tuo trionfo, venga a vincere ogni mal.
 Rit. Arrivederci, Arrivederci, Arrivederci, domani ancor!
6. Tu discendi in mezzo a noi, per spronarci alla virtu; per dirigere il cammino verso il cuore di Gesù.
 Rit. Arrivederci, Arrivederci, Arrivederci, domani ancor!
7. Sei la Madre degli infermi, li consoli nel dolor; li incoraggi nella via che conduce al Ciel con Te.
 Rit. Arrivederci, Arrivederci, Arrivederci, domani ancor!
6. Sei la Madre della Chiesa e vuoi tutti accanto a Te, ed i cari consacrati porti tutti nel Tuo cuor
 Rit. Arrivederci, Arrivederci, Arrivederci, domani ancor! Arrivederci, Arrivederci, Arrivederci, in Ciel con Te!

10. Ave per l’acqua miracolosa di San Damiano

Madonna Miracolosa delle Rose, liberaci da ogni male dell’anima e del corpo (3 volte)

Translate »